OGNI OCCASIONE E’ SEMPRE BUONA

Doveva essere un giorno felice per la Juve e per Giorgio Chiellini: al termine dell’allenamento di ieri, infatti, il difensore, ormai pilastro della Juventus e delle nazionale, colosso bianconero, ha firmato un rinnovo fino al 2015, con adeguamento del contratto a 3,5 mln all’anno più bonus. Quello che, insomma, merita Chiellini, che negli ultimi anni è esploso diventando uno dei più forti centrali al mondo, dimostrando in ogni partita grinta, un rendimento costante e un’esperienza sempre maggiore. Più volte, nel passato, Chiellini ha quantomeno fatto sapere il desiderio che il suo valore sul campo venga ricompensato anche in termini economici. Capitò la prima volta nel 2007, anno del ritorno in A, con Chiellini, uno dei pochi ad essere rimasto in B, deluso per il trattamento economico riservato ai nuovi acquisti, dei quali nessuno poi si sarà rivelato indispensabile sul campo. Il tutto, però, sempre nei limiti e nel rispetto di una società, che gli ha dato tanto, a cui ha dato tanto, e con cui continuerà ad essere legato, sono sicuro fino a fine carriera.

Tuttavia, questa lieta notizia è stata macchiata da un piccolo giallo. Il solito, per (secondo me) mettere in cattiva luce la Juventus. Il numero due dell’Aic (associazione italiana calciatori), Leonardo Grosso, ha definito il contratto di Chiellini non regolare, in quanto rispetta condizioni ancora non divenute regola e soprattutto accettate solo dall’Aic, in disputa con la Lega su ciò (le minaccie di sciopero sono legate proprio a questo).

E’, chiaramente, un uscita a vuoto da parte del vicepresidente, che si è praticamente pestato i piedi da solo: come fare a lamentarsi di un contratto che rispecchia proprio le condizioni che l’Aic vorrebbe, senza, tra l’altro, che neanche la Lega abbia sollevato alcuna questione? La polemica non ha infatti fondamento. Sono stati stipulati già altri contratti di questo genere, definiti “collettivi”, proprio a giocatori della Juve, come nel caso di Motta e Aquilani, ma non solo. Alcun problema quindi sussiste. La grande campagna, sostenuta proprio da Grosso, e da Massimo Oddo, rappresentanti dell’Aic, contro i contratti “collettivi” sono quindi vani e soprattutto una semplice scenata?

Non è possibile, dunque, che ogni evento, sia un’occasione, da parte di tutti, per gettare veleno attorno la Juve, società ora più che mai seria e rispettabile, al contrario di quanto era fino all’anno scorso. Pronta è arrivata la reazione di Chiellini, che si è visto rovinare una giornata per lui importantissima per la carriera: “Il rinnovo del mio contratto ha generato una serie di commenti e notizie che ritengo non appropriati. Vorrei precisare che personalmente ho sempre sostenuto l’Associazione calciatori e il mio contratto rappresenta un accordo che tiene in considerazione la complessità di un rapporto professionale come quello tra società sportive e calciatori di serie A”. Insomma, un tentativo velato, da parte di Chiellini, di sostenere ancora di più l’Aic, accusato dall’assocazione dei calciatori stessa, incapace di interpretare la situazione, ma, soprattutto, ingenua e stupida, per aver dimostrato non solo una certa noncuranza, ma anche inettitudine.

Subitanea è arrivata, infatti, la reazione di Grosso, che non abbandonando i toni ironici, ha cercato comunque di mettere una pezza sopra quanto detto precedentemente: “Allo stato delle cose il contratto è da ritenersi valido. Siamo in attesa dei pareri supplementari dell’Alta Corte richiesti dalla Federazione, le perplessità sono sui contratti stipulati al di fuori del contratto collettivo”, che di fatto è da tempo scaduto.

Urge, comunque, la necessità di avere persone competenti e adeguate ad ottenere un ruolo importante per il calcio e per la società, in qualsiasi ambito.

Ma, soprattutto, è ora di finirla con questa mania di persecuzione nei confronti tutto, e sottolineo il tutto, ciò che riguarda la Juve, anche di una semplice stipulazione del contratto. Quando finirà questa storia, ne beneficeranno tutti, dalla Juve al calcio italiano stesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: