RIVOLUZIONE: SI PENSA A VAN GAAL

Contro il Milan il risultato sarà fondamentale per capire se questa squadra può ancora sperare nel miracolo di arrivare quarta, se questo allenatore può ancora sperare di concludere la stagione e se nella prossima i soldi della Champions League ci permetteranno di comprare quello che ci serve. Ma il futuro è già ampiamente scritto invece, Milan a parte.

Arrivati a fine stagione tutte le attenzioni della società, nella figura di Agnelli, saranno rivolte verso la direzione tecnico-sportiva, Marotta potrebbe saltare, soprattutto se Luciano Moggi torna nel mondo del calcio, ma anche Sabatini e Leonardi fanno paura all’ex doriano per la sua poltrona. Delneri sa invece che la sua avventura bianconera è qui finita, tranne che in una eccezionale serie di risultati utili capaci di garantirci il quarto posto e capaci di mostrare che in realtà la squadra è compatta ed è stata allenata per bene, il suo posto passerà ad altri.
I nomi più caldi sono quelli di Marcello Lippi, ritorno come traghettatore fino a fine stagione (se si perde con il Milan), di Conte, ipotesi che perde quota nelle ultime settimane, di Spalletti, che sembra sempre più

ancorato però in Russia, e di Luis Van Gaal. L’allenatore del Bayern Monaco, ex del Barcellona, che di vittorie ne sa abbastanza, vive un momento poco felice in Bundes Liga, e domani potrebbe addirittura ricevere l’esonero in caso di sconfitta. Il suo Bayern Monaco è fuori dalla lotta scudetto, dalla Coppa di Germania e vive solo in Champions, dove però deve incontrare la (nuovamente) rivale Inter.

E’ molto probabile, comunque vada a finire domani, che a fine stagione (se non porta a casa nessun titolo) verrà esonerato, e la Juventus sarebbe in prima fila per il suo nome. Lui è il tipo di allenatore che insegna il calcio moderno che tanto bene fa in Europa, che ha il carisma e le capacità per imporsi su tutto e tutti nello spogliatoio, e una storia da vincente quasi ovunque. Sul suo nome la dirigenza scommetterebbe a colpo sicuro, ma non è l’unico nome proveniente dal campionato tedesco a poter arrivare in bianconero la prossima stagione.

Anche Beck è tra i papabili a vestire la maglia juventina, su di lui le pressioni per l’acquisto da parte dei nostri si intensificano giorno per giorno, e le probabilità di conclusione con successo non sono basse. Un altro nome “tedesco” sotto costante osservazione è quello di Podolsky, soluzione low cost per la fascia. Ma anche Elia rimane nella lista dei desideri, mentre in quella dei sogni ci sono Robben e Schweinsteiger, due che difficilmente la società bianconera può permettersi oggi, ma che sarebbero la soluzione perfetta al nostro mal di qualità in mezzo al campo.

dal blog: http://piazzajuve.blogspot.com
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: