DEPRESSIONE NEL CAMPO, SPERANZA FUORI

1 febbraio 2011

Lo stato d’animo del tifoso juventino in questo momento è un mix di emozioni, sensazioni, speranze, delusioni, orgoglio, desolazione, ottimismo e voglia di rivincita. Un tempo una sconfitta in casa contro l’Udinese sarebbe stata una sorpresa, una notizia inaspettata e deprimente. Oggi, invece, è facilmente auspicabile e prevedibile. La squadra è ormai sorella gemella a quella della scorsa stagione, a quella di due stagioni fa. La forza dell’orgoglio la spinge fin che può, la porta al vantaggio, a sperare, ma poi l’effetto svanisce, le forze sovrumane si esauriscono, e gli avversari ridiventano il Brasile, riuscendo a ribaltare il risultato con facilità disarmante. E’ quello successo domenica. Leggi il seguito di questo post »


L’UDINESE, TRA MILLE PENSIERI

29 gennaio 2011

Nella situazione a dir poco problematica in cui la Juve in questo momento si trova, la squadra bianconera dovrà affrontare la delicatissima trasferta di Udine, forse la squadra più in forma del momento. Gli auspici sono tutt’altro che buoni, e la sensazione è che vincere la partita di domani sarebbe per la Juve a dir poco un’impresa, visti i diversi momenti che caratterizzano le squadre. Ma ad animare la vigilia c’è altro, ed è molto più importante. Oggi è domani potrebbero essere (per avvenimenti fuori dal campo) i giorni decisivi, che potrebbero segnare l’intera stagione, in procinto di ridiventare fallimentare. Si è passato, infatti, dalla situazione di stallo completa, dall’ “ignavia” dei nostri dirigenti, alla possibilità (oltre che alla speranza, di nuovo viva), per noi tifosi, che invece qualcosa di buono potrebbe ancora accadere. Ieri, infatti, è avvenuto quello che non ti saresti aspettato. Potrebbe sembrare una cosa di poco conto, ma non lo è: il Genoa si è fatto vivo per Amauri, chiedendo il giocatore in prestito gratuito con diritto di riscatto fino alla fine della stagione. Leggi il seguito di questo post »


MAXI SCAMBIO CON IL REAL MADRID?

27 gennaio 2011

Mancano ancora 4 giorni alla chiusura del calciomercato, ma le notizie non si apprestano a diminuire di volume.
In particolare quelle sul mercato in entrata e uscita della Juventus.
Dopo aver per settimane parlato (invano) di punte, e con la notizia che Pazzini è ad un passo dal nerazzuro, sembra essere arrivata a Torino, dai dirigenti Marotta-Paratici e al presidente Agnelli, una richiesta per un giocatore quasi ufficialmente in esubero: Momo Sissoko.
Il maliano sarebbe stato richiesto dal Real Madrid di Jose Mourinho, che non contento dei risultati ottenuti dai due Diarra madrileni, vorrebbe il giocatore bianconero alla sua corte.
La Juventus sembra pronta a trattare, ma gli spagnoli vogliono un prestito con diritto di riscatto, cosa quasi inaccettabile per la Juventus che cederebbe così un big del centrocampo senza avere denaro sufficiente per sostituirlo. Ma si può trattare, e soprattutto si può trattare ad uno scambio di prestiti. Leggi il seguito di questo post »


“ACCENDI UNA STELLA”? NO, UN CERO

21 gennaio 2011

Curiosa ed originale l’iniziativa intrapresa dal più grande forum bianconero, vecchiaisgnora.com, e ripresa dai maggiori siti internet, quotidiani sportivi e televisioni. Iniziativa che noi sentiamo di condividere. E’ “Accendi un cero”. Ironizzando, infatti, sulle stelle che possono essere acquistate nel nuovo stadio col proprio nome, proposta col titolo “Accendi una stella”, i tifosi bianconeri, invece, hanno pensato che sarebbe decisamente più utile in questo momento accendere un cero, per aiutare economicamente la squadra, incapace, per (in)disponibilità economiche (e non solo) a potersi rinforzare nella sessione estiva di calciomercato. Leggi il seguito di questo post »


UN MERCATO VERO E PROPRIO…DI RIPARAZIONE

19 gennaio 2011

Dopo due settimane e dopo aver superato la metà del calciomercato, il borsino ed il resoconto per la Juve è molto semplice: un acquisto, Toni, ed una cessione, Lanzafame. Soldi spesi 0, guadagnati idem. E, considerando che l’infortunio di Quagliarella corrisponderebbe alla cessione di fatto del giocatore fino alla fine della stagione, la considerazione più importante del calciomercato sarebbe negativa: la Juve si è rinforzata fino ad ora? No, anzi è peggiorata. Il modo di guardare la stagione, il campionato, l’anno appena iniziato, è radicalmente cambiato dopo i primi 10-15 minuti della partita col Parma. Si è passato da una sensazione di ottimismo, dall’obiettivo scudetto, al ritorno del pessimismo cronico e della speranza di raggiungere quantomeno la Champions a fine stagione. Leggi il seguito di questo post »


IL RITORNO DEI FANTSMI DEL PASSATO

7 gennaio 2011

Si dice in genere anno nuovo vita nuova. Nel calcio questo proverbio potrebbe essere trasformato in “stagione nuova, vita nuova”. Nel caso della Juve, alla prima del nuovo anno solare 2011 contro il Parma, invece, si potrebbe coniare un “anno nuovo, stagione vecchia”. In realtà la sconfitta (pesante) contro il Parma era inaspettata sì, ma potrebbe essere considerata come una semplice battuta d’arresto (come ha sostenuto anche il presidente Agnelli); la verità è che,ieri, in certi momenti e, soprattutto, per le sensazioni ricevute, le emozioni subite, è sembrato rivivere gli incubi della stagione passata. Una Juve che perde in casa, che crolla, colpita dagli infortuni, gli errori e le ingenuità difensive. Una Juve incapace di reagire. La realtà è diversa: chi ha visto la partita di ieri capisce benissimo che quasi tutto (l’errore umano comunque resta) può essere accreditato alla sfortuna. Leggi il seguito di questo post »


UN 5-0 ASPETTANDO IL PARMA

4 gennaio 2011

La preparazione alla sfida dell’Epifania a Parma è iniziata, in tutto e per tutto. Anche per l’orario. Del Neri, infatti, ha voluto programmare l’amichevole di oggi contro il Lucento proprio alle 12:30, orario di pranzo, in cui il 6 si giocherà Parma-Juventus. L’avversaria, il Lucento, è una squadra piemontese che gioca in eccellenza, quindi di poco conto, ma nonostante tutto, l’amichevole ha dato innumerevoli indicazioni. Quella meno rilevante è il risultato, 5-0 ma poco significativo per il valore degli avversari. Sulla condizione fisica, le probabili scelte di Del neri, e anche in chiave mercato, invece, si possono fare molte riflessioni.

Leggi il seguito di questo post »


UN PO’ DI CALCIOMERCATO

31 dicembre 2010

Ufficialmente ha avvio il 1 Gennaio. Di fatto, non finisce mai. E’ il calciomercato italiano, fatto di trattative, acquisti, cessioni, sì, ma anche di voci, retroscena, notizie (vere o false) su internet e sui giornali. Ma è anche fatto di speranze, sogni, delusioni, amarezze, gioie e dolori.

Lo sa bene la Juve, dove si parla di mercato oramai 12 mesi su 12. E in questi giorni più che mai.

Leggi il seguito di questo post »


E CHE FARE CON DEL PIERO?

17 novembre 2010

Come anno, come ogni santo anno. Da 10 anni, infatti, Del Piero viene puntualmente ad inizio stagione (e nel corso di essa) criticato e considerato dai suoi detrattori finito, ma come sempre lui sul campo riesce a dimostrare il contrario. Sta avvenendo anche in questa stagione, dove a 36 anni suonati, il Capitano sta vivendo un periodo straordinario di forma, ha già segnato 6 gol stagionali, di cui 3 in campionato, e molti di questi decisivi. Un giocatore, un uomo, un campione straordinario. La sua grandezza sta proprio nell’essere ogni anno più forte di prima, e Alex quando in un futuro lontano sarà solo negli almanacchi e nei ricordi degli amanti del calcio, verrà ricordato proprio per la sua durata, la sua continuità. Leggi il seguito di questo post »


CASSANO: GRANDE OCCASIONE O TENTAZIONE DA EVITARE?

30 ottobre 2010

La favola tra Cassano a Genova, sembra essere davvero finita, e nella maniera meno inaspettata, che ha lasciato a bocca aperta tutti. Il motivo? Un’altra Cassanata, alle quali Fant’Antonio ci ha sempre abituato, ma dalle quali ci stava disabituando da qualche anno. Questa, però, è stata forse la cassanata più stupida, ingenua, o quantomeno la più banale di tutte. Tutto nasce da una manifestazione a cui la Samp è stata invitata, alla quale la società ha deciso di mandare alcuni giocatori come rappresentanti, ma tra questi non figurava il talento di Bari Vecchia. Leggi il seguito di questo post »