NULLA DI STRANO, PAREGGIO A CESENA

14 marzo 2011

Definire questa squadra ancora “Juventus” sarebbe una blasfemia enorme. Perché la Juventus, in realtà non esiste più. Semmai è un insieme di mediocri giocatori e di un numero davvero esiguo di campioni messi insieme (non si sa come) da una persona chiamata allenatore, Gigi Del Neri. Ancora una volta ieri se n’è avuto la conferma: pareggio a Cesena, terz’ultima in classifica ed in lotta per la salvezza, 2-2, maturato, tra l’altro, in maniera, grossolana e ridicola. Perché è questo che umilia ancora di più la Juventus d’oggi. Leggi il seguito di questo post »


CAPELLO, IL RITORNO DA FAVOLA

10 marzo 2011

Che la Juve stia cercando un nuovo allenatore, è indubbio. Del Neri, infatti, non sarà al 100 per 100 l’allenatore della Juve anche per la prossima stagione, e così, quella che sembrava la stagione giusta per non parlare più di cambi allenatori, sarà invece un’altra estate di tormentoni. Resta da chiarire, però, se il cambio allenatore avverrà da subito (Del Neri è inadeguato, le sue scelte ed i risultati lo dimostrano), con Gentile in prima fila per il ruolo di traghettatore, oppure semplicemente a Giugno. Leggi il seguito di questo post »


DEL NERI, LA JUVE NON E’ LA SAMP

23 febbraio 2011

I risultati non possono prescindere da più fattori, dai giocatori in campo e dall’allenatore, in particolare.
I giocatori che abbiamo in squadra non possono essere considerati scarsi, gli stessi che hanno battuto Milan e Inter, non possono rivelarsi delle pippe con il Lecce. Diciamo allora che non siano loro il problema.
Qui si è sempre difeso Delneri, si è parlato di anno di “restauro” societario e di rinnovamento della rosa, ma se queste cose valevano sei-sette mesi fa, e con l’attenuante degli infortuni andata via via scomparendo, rimane il dubbio che gli attuali problemi della squadra bianconera siano anche da imputare ad una cattiva gestione da parte del tecnico della squadra. Leggi il seguito di questo post »


LA SCONFITTA DELLA DISPERAZIONE

23 febbraio 2011

La Juve è morta. Lo avremmo potuto dire da 4-5 anni a questa parte, ma oggi lo possiamo affermare con certezza. E’ bastato per poter sostenere ciò una sconfitta, la più classica, per 2-0, contro il Lecce. Non che la Juve recentemente fosse disabituata alle sconfitte e più generalmente a figuracce del genere, ma potrebbe sorgere il dubbio: come si fa per una sconfitta a dichiarare un’affermazione del genere? La risposta non sta nella sconfitta in sé e per sé, ma in tutto quello che la circonda. Leggi il seguito di questo post »


C’E’ SEMPRE JUVE IN QUESTA BELLA ITALIA

10 febbraio 2011

Nell’attesa del derby d’Italia, questa è anche la settimana delle nazionali. Una settimana che ha sorriso ai colori azzurri, dopo davvero tanto tempo. Non accadeva da molto, infatti, che, sia a livello di under 21, ma soprattutto a livello di nazionale maggiore, l’Italia non si sentisse sullo stesso piano delle grandi squadre europee e mondiali e che non vivesse nella propria inferiorità e con le proprie difficoltà. La crisi del calcio italiano, infatti, non è ancora finita, anzi, ma comunque è in atto un importante progetto di rinnovamento, si sta dando fiducia il più possibile ai giovani e si sta cercando di valorizzarli. Se questo percorso non darà i suoi frutti nei prossimi anni, le cause del fallimento non saranno comunque né dell’allenatore, né dei giocatori stessi, ma semplicemente di un sistema di calcio italiano ancora troppo arretrato, che non dà fiducia alle nuove nostrane leve e non dà loro la possibilità di esprimersi e di dare continuità alle loro prestazioni. Leggi il seguito di questo post »