MAXI SCAMBIO CON IL REAL MADRID?

27 gennaio 2011

Mancano ancora 4 giorni alla chiusura del calciomercato, ma le notizie non si apprestano a diminuire di volume.
In particolare quelle sul mercato in entrata e uscita della Juventus.
Dopo aver per settimane parlato (invano) di punte, e con la notizia che Pazzini è ad un passo dal nerazzuro, sembra essere arrivata a Torino, dai dirigenti Marotta-Paratici e al presidente Agnelli, una richiesta per un giocatore quasi ufficialmente in esubero: Momo Sissoko.
Il maliano sarebbe stato richiesto dal Real Madrid di Jose Mourinho, che non contento dei risultati ottenuti dai due Diarra madrileni, vorrebbe il giocatore bianconero alla sua corte.
La Juventus sembra pronta a trattare, ma gli spagnoli vogliono un prestito con diritto di riscatto, cosa quasi inaccettabile per la Juventus che cederebbe così un big del centrocampo senza avere denaro sufficiente per sostituirlo. Ma si può trattare, e soprattutto si può trattare ad uno scambio di prestiti. Leggi il seguito di questo post »


“ACCENDI UNA STELLA”? NO, UN CERO

21 gennaio 2011

Curiosa ed originale l’iniziativa intrapresa dal più grande forum bianconero, vecchiaisgnora.com, e ripresa dai maggiori siti internet, quotidiani sportivi e televisioni. Iniziativa che noi sentiamo di condividere. E’ “Accendi un cero”. Ironizzando, infatti, sulle stelle che possono essere acquistate nel nuovo stadio col proprio nome, proposta col titolo “Accendi una stella”, i tifosi bianconeri, invece, hanno pensato che sarebbe decisamente più utile in questo momento accendere un cero, per aiutare economicamente la squadra, incapace, per (in)disponibilità economiche (e non solo) a potersi rinforzare nella sessione estiva di calciomercato. Leggi il seguito di questo post »


LA PAURA DI REGREDIRE

13 gennaio 2011

Un incubo. Così si può definire la partita di domenica sera contro il Napoli. Incubo, perché sembra una storia che la Juve abbia già vissuto, la scorsa stagione. E che sta tornando a rivivere. Non perdeva da 15 partite, poi all’improvviso accumula due sconfitte di seguito, due batoste. E se la prima poteva essere considerata come un’eccezione, la seconda sembra invece essere l’eccezione che conferma la regola: la Juve, da ormai troppo tempo, non è più se stessa, non riesce ad essere più continua e competitiva per un lungo tempo, e basta un’indecisione per ricadere negli errori passati. Errori e sfortuna sono le parole più accostate alla Juve in questi tempi. Dopo la partita contro il Parma si pensava di più alla sfortuna, cercando di mettere in secondo piano quelli che sono stati comunque gravi errori (l’espulsione di Melo, la difesa che fa acqua, l’attacco sterile). Leggi il seguito di questo post »