MAGARI GIOCASSERO DAVVERO LORO…

25 marzo 2011

“Avete impegni per domenica?” così intitolava uno striscione fatto uscire dai tifosi bianconeri all’Olimpico durante il secondo tempo del derby del cuore torinese giocato due giorni fa per raccogliere fondi per la ricerca sulla Sla, la sigla con la quale non si può spiegare la terribile malattia sotto questo nome, che ha colpito anche vari calciatori del passato. E’ stata una serata all’insegna del divertimento e della beneficenza, questo è doveroso dire e deve essere la prima cosa da essere ricordata. Leggi il seguito di questo post »


UN’ALTRA RIVOLUZIONE SI PREPARA

21 marzo 2011

Ormai la stagione bianconera è finita, si diceva compromessa fino a tre settimane fa, adesso si può solo stendere un velo pietoso sulla stagione appena finita. Ci lasceranno, in nome di una meritocrazia che nello sport funziona solo per certi personaggi, Delneri, che paga una stagione che ha perso di mano da Natale in poi, Amauri, Sissoko e Iaquinta, totalmente superflui per il gruppo, e dannosi in campo, e probabilmente Aquilani. Tra gli altri anche Grosso e Grygera sono in partenza.
Leggi il seguito di questo post »


MAROTTA PENSA AL B-B-P

14 marzo 2011
Questa stagione non peserà negli annali solo come l’ennesimo flop post-calciopoli, ma anche come segnale per spingere la rivoluzione marottiana, iniziata dal duo Marotta-Paratici con il benestare di Andrea Agnelli, a prendere una veloce svolta nel mercato. Dei giocatori in prestito gli unici due su cui si potrà ancora puntare per la prossima Juventus sono Matri e Quagliarella, oltre che Sorensen (il suo cartellino era stato trattato per appena 300 mila euro). Aquilani non ci sarà nella prossima Juve, il suo cartellino pesa più del suo reale valore sul campo, e la società non vuole l’ennesimo stra-pagato da piangere negli anni, e una soluzione low-cost ma estremamente importante per qualità e personalità è Andrea Pirlo.
Leggi il seguito di questo post »

SI PENSA GIA’ AL 2012

10 marzo 2011
Soluzioni low cost ma non da sottovalutare, per ora il mercato della Juve si muove in questa direzione, dopo aver acquistato le basi nella scorsa stagione, si lavora per portare in bianconero adesso dei pezzi pregiati che possano dare qualità alla manovra. La Juve, ancora di Marotta, cercherà di portare a Torino quei giocatori già di un certo livello, ma provenienti da stagioni che ne hanno ridotto il valore, tentando il colpo piuttosto che la fregatura. Leggi il seguito di questo post »

L’UMILIAZIONE MAGGIORE

7 marzo 2011

Oltre il danno, la beffa. Molti tifosi ed amanti del calcio, dopo aver visto Juve-Milan, potrebbero davvero asserire che la fine del mondo sia vicina. Perché da questa partita si ci poteva aspettare di tutto e non si poteva pretendere né alcunché dalla Juventus (se ancora possiamo osare a chiamarla così), il risultato era apertissimo, sarebbe potuta finire con un pareggio folkloristico, o con uno noiosissimo, sarebbe potuta finire con una goleada rossonera, con una vittoria di misura, e perché no, anche con un successo della Juventus. Ma che la partita la decidesse Gennaro Gattuso, uno che in carriera non ha quasi segnato neanche un gol, con un diagonale in grado di cogliere di sorpresa quello da molti ritenuto il portiere più forte al mondo (anche se ora non lo è più), non se lo sarebbe aspettato nessuno. Leggi il seguito di questo post »


LA RESA FINALE BIANCONERA

1 marzo 2011

“Non possiamo più ambire a grandi traguardi”, con queste parole Marotta e la Juventus alzano di fatto per la prima volta in maniera ufficiale bandiera bianca. Una frase triste, secca, riassunto della situazione che da alcuni anni la Juve sta vivendo, sinonimo di fallimento. Certo, sentire queste parole venir fuori da un dirigente della Juventus, squadra più prestigiosa d’Italia, provoca uno strano effetto, ma ciò non è altro che un crudo quadro della realtà. Il tutto arriva dopo una sconfitta, l’ennesima, di questa Juve, dopo un’altra figuraccia, ed un’altra impresa, quella di tornare a perdere dopo 31 anni in casa contro il Bologna. Leggi il seguito di questo post »


ORA SERVE SOLO UN MIRACOLO

25 febbraio 2011

E’ incredibile quello che è accaduto poi alla nostra Primavera nel Torneo di Viareggio. Come avevo documentato nel precedente articolo, sembrava essere, anzi, era clamorosamente eliminata. Così sostenevano i giornali, i giocatori, lo stesso allenatore, la voce ufficiale della Juventus. Così annunciava anche la matematica, in base alla quale vi erano 3 combinazioni su 100 che la Juve poteva ancora qualificarsi, e per giunta queste combinazioni erano anche difficilissime da conseguire, sia perché le squadre interessate erano davvero tante, sia perché, nel calcio, le motivazioni sono spesso il fattore più importante. Leggi il seguito di questo post »


STOP ALLE CHIACCHIERE, PAROLA AL CAMPO

12 febbraio 2011

L’attesa è finita, il momento è arrivato. La partita più sentita dal popolo bianconero è ormai vicina. Sta per arrivare il momento di Juve-Inter. Dopo Calciopoli (non che prima le due squadre si trattassero come fratelli e sorelle, comunque) si è accesa una rivalità tra queste due squadre che va oltre tutto, ed ecco perché partite come queste sono partite a sé, estranee al campionato ed a tutto il resto, senza pronostico. Perché Juve-Inter è come un derby, è un derby. Leggi il seguito di questo post »


ECCO LA NUOVA JUVE

7 febbraio 2011

“RigaToni alla MatriCiana”, questo è stato il piatto servito dalla Juve al Cagliari sabato sera. Non si tratta di una semplice battuta, ma di un modo per ricordare i marcatori della sfida dell’ultima giornata di campionato, giocatori che di gol ne hanno segnato tanti, ma che questi hanno un sapore davvero particolare. La Juve sfata il tabù, supera (momentaneamente) le difficoltà e ritorna a vincere, nella difficile trasferta di Cagliari, mostrando carattere, qualità e soprattutto concretezza, quella tipica da grande squadra che è mancata ai bianconeri in questa stagione. Leggi il seguito di questo post »


SALVIAMO L’ORGOGLIO (E LA STAGIONE)

5 febbraio 2011

Il calendario di partite che riguarda la Juventus in questo periodo della stagione è molto particolare e sembra essere proprio adatto al momento generale che sta vivendo la squadra bianconera: Udinese, Palermo, Cagliari, la Juve affronta, per pura casualità (e per via dei risultati negativi) sempre la squadra che le sta immediatamente dietro in classifica, e che quindi, in caso di vittoria, potrebbe superarla. Leggi il seguito di questo post »